FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

+39 338 879 6888it
ende

Skip to Content

Il Salento non è solo mare e cucina…ma anche cultura.

Lecce è denominata la “Firenze del Sud”, perla del meridione italiano.

Qui si trova il “barocco leccese”. Uno stile architettonico tipico della zona nato proprio qui tra il XVII e XVIII secolo, quando i vescovi vollero ridisegnare il profilo di Lecce secondo quello della Roma papale. La caratteristica di questo stile che lo rende unico è la pietra leccese, un tipo di tufo poroso che nel tempo si indurisce assumendo il caratteristico colore dorato.

Lecce è piena di segni del barocco in ogni angolo. Vieni con noi a scoprire questa città dal fascino unico e misterioso!

E come non parlare di  Galatina considerata il salotto nobile del Salento per il suo intreccio unico di stile gotico, barocco e rococò, suggestivo borgo pugliese, custode di tesori artistici e segreti mistici legati al tarantismo.

Otranto, dove si rincontra lo stile Romanico Pugliese, la Cattedrale Latina, eretta dopo la conquista normanna, a partire dal 1080. Spoglia, ma al tempo stesso grandiosa, spicca sia per i materiali usati che per la mole dal tessuto urbano cresciuto intorno alla chiesa nei secoli successivi.

Santa Maria di Leuca: splendido borgo ricco di storie e leggende e impreziosito da una costa spettacolare. Ionio e Adriatico si mescolano a Santa Maria di Leuca, estremo lembo del Salento. È il faro, alto 47 metri attivato nel 1866 a dominare la baia su cui sorge il borgo. Splendide le Ville in stile liberty che rendono unico il lungomare e la Basilica Santuario di Santa Maria de Finibus Terrae.

In Puglia si trovano inoltre numerosi dolmen e Menhir, nel Barese e nel Salento, avvolti dal mistero.

Curiosità e Tradizioni

Un angolo di Grecia

Nel cuore del Salento si nasconde un angolo dell’Antica Grecia, una terra dove ancora oggi sussiste una minoranza linguistica importante. Quella che viene chiamata la Grecia Salentina, undici  paesini accomunati da un dialetto derivante da antiche lingue elleniche, il Griko, dialetto unico al mondo. Calimera, Carpignano, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Martano, Martignano, Soleto, Sternatia, Zollino, Carpignano Salentino e Cutrofiano. Usi, costumi e tradizioni  antichissime, un piccolo mondo antico tutto da scoprire.

A Calimera si possono vedere esempi di barocco salentino, come la Chiesa Matrice di San Brizio che pare sorga su un antico tempio bizantino, e alla Cappella di San Vito dove sorge uno dei pochi menhir utilizzati un tempo per la fecondità delle donne.

La Grecia Salentina è un luogo dove tradizione e storia si incontrano e che permette di far vivere al visitatore un’esperienza unica all’interno di una vacanza di mare e relax.

La notte della Taranta

Il più grande Festival di musica salentina un tripudio di danze, canti e divertimento. Dalla prima edizione del 1998 questo festival è cresciuto fin a diventare una delle più importanti manifestazioni della cultura popolare in Europa.

E’ dedicato alla pizzica, musica tradizionale nata in Salento e l’evento si svolge nel mese di Agosto.

Pur dedicata a questa musica tradizionale, la notte della taranta accoglie contaminazioni con altri linguaggi musicali, dal jazz al rock, passando per la sinfonica. Le prime tracce scritte della “pizzica” si trovano nel XVIII secolo ma si ritiene che le sue origini risalgano a epoche più lontane.

Questo tipo di musica, eseguita in forma accelerata,  veniva utilizzato come una sorte di “esorcismo musicale“, durante alcuni riti volti a curare le donne “tarantate”, il tarantismo, una sindrome culturale di tipo isterico, veniva nel Sud Italia collegato al morso di una specie di ragno durante il periodo della mietitura.

Mezzogiorno a Lecce

Ogni giorno in piazza Sant’Oronzo a Lecce, a mezzogiorno, invece dei soliti rintocchi delle  campane, viene fatta risuonare nell’aria una canzone di Tito Schipa (1888-1965), nato a Lecce e considerato uno dei maggiori interpreti lirici del ‘900 che lentamente la città ha iniziato a riscoprire

Quasi un minuto relativo ad un brano, estrapolato da un grande archivio musicale. Watt di potenza che fuoriescono dalle casse acustiche posizionate sul terrazzo del municipio.

Un must è il caffè in ghiaccio con latte di mandorla in uno dei caffè della Piazza mentre si diffonde dal municipio la voce del tenore Tito Schipa.

Un’ esperienza suggestiva! 

 

Back To TopBack To Top